Due chiacchere con…Elena D’arcangelo

Dopo un pó di tempo torna la nostra rubrica:“Due chiacchere con…” che oggi ha il piacere di avere come ospite nel nostro salottino virtuale,la scrittrice Elena D’arcangelo autrice del libro “Oltre i confini,anime innocenti”.

1)Ciao Elena!Grazie per averci concesso questa intervista.Come prima domanda volevo chiederti se hai una scena o un capitolo che preferisci?Ed eventualmente se hai un momento preferito,come mai lo apprezzi particolarmente?

1)Ciao!Grazie mille a voi per la recensione.Il mio capitolo preferito é assolutamente il primo bacio con la descrizione dei fatti dal punto di vista di James.É la scena e il punto di vista che ho amato scrivere,perché credo emerga totalmente il personaggio di James nei suoi pregi e nei suoi difetti,nel contrasto che prova dentro.Lui é immaturo,sbaglia un pò come tutti,controllando per anni i suoi desideri nei confronti di Clara.In quell’occasione,invece,si ritrova schiavo delle sue emozioni e cede,per la prima volta.Ho scelto di valorizzare anche il suo lato dolce,quello che nasconde per timore di un giudizio o di una chiusura da parte di lei,ma anche le sue paure,i suoi dubbi.Insomma,é un mix di emozioni,belle e brutte.

 

2)Qual è il tuo personaggio preferito?Per quale motivo?

2)James,decisamente,anche se si scopre completamente nel secondo e nel terzo il perché lui é il mio preferito.Ho sempre pensato che ci vuole un immenso coraggio a essere lui,é un uomo da ammirare per la sua tenacia,la comprensione e per l’appoggio che non fa mancare mai nel momento del bisogno.É l’emblema del ragazzo e in seguito dell’uomo che ama per davvero,quello che non dimentica Clara nemmeno con il passare degli anni che li divideranno e,soprattutto,dopo il dolore che lei ha causato a lui.

 

3)Hai avuto qualche ispirazione leggendo qualche libro in particolare?

3)Ispirazione si,ma non da un libro.A dire il vero,l’intera trilogia é nata dopo aver ascoltato una notizia al telegiornale.Mentre il giornalista spiegava i fatti,non ho potuto fare a meno di chiedermi che cosa avrei fatto io in quella situazione,che  cosa avrei provato.Scrivere questo libro mi é costato molto emotivamente parlando,mi sono messa in gioco al cento per cento.Ho sempre detto che le scelte dei protagonisti sarebbero state le mie,in particolare quelle di Clara,nella forza e nella fragilitá,nelle scelte giuste e in quelle sbagliate,questo mi ha permesso  di crescere,mi ha dato l’occasione di conoscermi e di scoprire parti di me che ancora non erano emerse.

 

4)L’amore tra i due protagonisti è la tematica principale della storia.Secondo te ai giorni d’oggi esistono ancora delle storie d’amore come la loro,basata sulla dolcezza ed un pizzico di innocenza?

4)Questa é una bella domanda.Il primo amore é quello che piú rappresenta la follia e l’innocenza,quello con cui sbagliamo di piú,perché non si hanno le misure su come deve essere una relazione.Io credo che,piú o meno,ci siamo trovati tutti nella situazione di James e Clara:A farei conti con un sentimento troppo grande per noi da gestire e che spesso ci ha fatto fare scivoloni che ci hanno fatto male,con il peso dell’indecisione su cosa fare o dire.Quindi si,io penso che esistano

 

5)Verso la fine del racconto c’è una svolta importante.Senza fare nessuno spoiler,volevo chiederti come sei la scrivere e trattare cosí bene,con la giusta dose d attenzione e delicatezza ,di questa tematica forte ed attuale?

5)Il luogo descritto in quel capitolo é uguale alla palestra del paese dove vivo.Poco prima di scrivere quel pezzo,sono andata lì,ho toccato quella spalliera di legno,ho immaginato la situazione e la scena mi é  apparsa davanti agli occhi come se stessi vedendo un film.Ho descritto esattamente quello  che ho visto,chiedendomi quali sarebbero stati i miei pensieri.Ho preferito descrivere dal punto di vista psicologico quel capitolo,per poi analizzare il lato fisico negli altri due libri,interrogandomi sulla mentalitá di Clara,ma soprattutto sulla mia.Sostanzialmente,l’intero libro e quella scena é una risposta alla domanda “e io cosa avrei fatto?”

 

6)Puoi darci qualche anticipazione sul prossimo libro della saga?

6)Anticipazioni?Beh,nel finale si capisce che Clara é costretta dalle circostanze a ritornare a casa,ma lo fa con uno spirito diverso,perché lei é diversa.Ci sará l’incontro con James ,cambiato negli anni trascorsi ,ma soprattutto un faccia a faccia con Noah che,nel frattempo,ha continuato a credere di essere intoccabile…E non solo  nei confronti di Clara.

 

Grazie mille Elena,per la tua grandissima disponibilitá!

Grazie mille ancora per questa opportunitá!

Precedente Recensione libro:Storie fantastiche di gente comune. Successivo Due chiacchere con...Stefano Valente