FIGHT CLUB, Chuck Palahniuk

Fight club è il romanzo di esordio dell’americano Chuck Palahniuk. Pubblicato nel 1996, divenne ben presto un best seller e nel 1999 David Fincher ne trasse un omonimo film culto.

L’anonimo protagonista, in crescente disagio con il consumismo americano, rappresenta a pieno l’impiegato statunitense medio, frustato dalla vita moderna, ansioso e insonne, che trova un’apparente calma solo frequentando gruppi di ascolto di persone gravemente malate. È ad uno di questi gruppi che incontra Marla, che come lui, finge di essere malata solo per incontrare persone e approfittare di tazze di caffè. Durante uno dei suoi viaggi di lavoro, il protagonista, incontra Tyler Durden, un visionario e anticonformista produttore di saponi, che ben presto diviene per lui una sorta di guru. 19758050_10212001990157656_585170493_nUn giorno tornando dal lavoro il protagonista scopre che la sua casa è scoppiata per una fuga di gas, e così, ricordandosi si Tyler gli chiede ospitalità nella sua fatiscente dimora. Tra i due si istaura una grande amicizia e decidono di creare il Fight Club, un club in cui gli uomini possono sfogarsi delle proprie frustrazioni con incontri di pugilato clandestini. Il protagonista e Tyler ben presto entrano in simbiosi e i Fight club si moltiplicano divenendo un ritrovo di uomini insoddisfatti pronti a combattere fino alla morte pur di sconfiggere la disumana società che li circonda, espressione dell’“American Way of life”. La diffusione a macchia d’olio dei Fight club, porta i due a creare un vero e proprio esercito di terroristi, il Progetto Mayhem. Il protagonista però denuncia alla polizia l’intenzione di Durden di fare esplodere i più importanti istituti di credito della città. Alla fine del romanzo il protagonista si rende conto che Tyler Durden non è null’altro che il suo alter ego e, per fermarlo, si spara. Il proiettile però non lo uccide e così può vedere crollare gli edifici in cui aveva piazzato le cariche esplosive.

Il romanzo è visionario, utilizza un linguaggio crudo e diretto, capace di rendere in maniera ottimale il disaggio dei trentenni degli anni 90, sfiduciati nei confronti del futuro e delle istituzioni; una trama inizialmente lenta e poi via via sempre più veloce e frenetica, un libro assolutamente da leggere!

-Fairfe-

E voi che avete letto questo articolo vi è piaciuto?

Lo conoscevate, lo avete letto?

Ditemelo commentando qua sotto ,oppure nella sezione contattaci sul nostro sito troverete la nostra pagina Facebook e la nostra casella di posta.

Di seguito troverete il link per poter acquistare il libro 😀

FIGHT CLUB, Chuck Palahniuk

 

Precedente ALEXANDRE&MARIE, L’AMORE DIETRO LE CAMELIE Successivo Il cane che guarda le stelle.