Crea sito

La profezia dell’armadillo di Zerocalcare

Salve a tutti i lettori !Quest’oggi vogliamo parlarvi del celebre fumetto“La Profezia dell’armadillo”di Zerocalcare(la sua prima opera pubblicata),reso famoso negli ultimi tempi dalla sua trasposizione cinematografica.

Piccola premessa:l’adattamento cinematografico dell’opera in questione è abbastanza distante dagli avvenimenti del fumetto,ad eccezione di luoghi e personaggi quindi questa non sarà una recensione comparativa tra i due prodotti ,ma sarà una doppia (anche se  più brevi)recensione,per la vostra gioia!Detto questo buona lettura.

IL FILM

Zero è un disegnatore di Rebibbia ,che passa le giornate tra un lavoro che detesta, le uscite con l’amico Secco e le ripetizioni a un ragazzino vicino di casa.

Quando lo informano che l’amica Camille, suo primo amore, è morta, inizia per lui un percorso di accettazione, alla scoperta del senso della vita, aiutato in qualche modo dall’Armadillo,che altri non è se non  la sua coscienza ed il suo lato più meschino assieme.

Ciò che differenzia il fumetto dalla pellicola sta nella volontà di voler filtrare e diluire il racconto, renderlo qualcos’altro, qualcosa di più accessibile aduna fetta di pubblico più vasta possibile,mossa probabilmente studiata con attenzione dalla casa di produzione Fandago assieme a Rai Cinema.

la-profezia-dellarmadillo-1.jpg
Zero e secco,tratta dal film “La Profezia Dell’Armadillo”

All’interno della pellicola chi ha avuto modo di leggere in precedenza l’opera cartacea,troverà molte scene aggiunte,di cui alcune davvero belle e gradevoli, una colonna sonora quasi ossimorica, e dialoghi tratti dalle famose pagine del suo blog che hanno l’unico scopo di ammiccare allo spettatore .Anche per questo motivo sono stati inseriti  attori e personaggi di una certa rilevanza,famosa è la scena con Adriano Panatta,per far sì che il film partisse già con una buona rilevanza mediatica,che altrimenti avrebbe faticato a trovare.

Nel giudicarlo si deve quindi separarlo dal fumetto dal quale sì prende ispirazione,ma  da cui non pretende di replicare la sensibilità, dove non si cerca l’immedesimazione e l’affezione dello spettatore.

Non sappiamo se tutto questo sia voluto (essendo Zerocalcare tra gli sceneggiatori immagino che lo sia), ma il risultato è un film più che sufficiente che riesce nell’operazione  di distinguersi dalla graphic novel creando qualcosa di simile,ma allo stesso tempo diverso e coinvolgente .

IL FUMETTO

Succede di perdersi dentro se stessi: le chiamano elucubrazioni della psiche, moti dell’anima, o più prosaicamente “pippe mentali”.

Zerocalcare, pischello come tanti, non si vuole rassegnare a parlare da solo, come i pazzi. Allora si inventa nella sua testa un armadillo, amico e alter ego,che non lo fa sentire solo e deviato,ma che lo accetta così com’è.

Calcare fa una vita ordinaria, tra uscite con gli amici storici, nottate di fronte ai suoi telefilm preferiti, pasti a ore non-pasti e un generale disorientamento nei confronti di ciò che vorrarmadillosauro.jpgebbe fare nella vita.

Una cosa, lo sa – anche se dice di no – gli riesce bene: raccontare in vignette, immaginare alternative alla realtà, delirare, ma sempre più lucidamente di quanto sembri.

Capita, però, che per quanto sia assolutamente fuori come un balcone, la vita lo prenda “a pizze”.

Camille, un’amica di vecchia data, nonché prima cotta mai confessata, muore.Glielo comunica il padre, per mail, dopo una delle sue canoniche figure di me***.

Quindi la psicosi, perché la morte rimette in gioco tutto, scale di valori e pregiudizi, atti, fatti e impressioni, e la voglia incontrollabile di raccontare la vita, per quella cosa misera e grandissima che è.

Zero in questa sua opera riesce a coinvolgere il lettore nelle vicende  usando spesso analogie azzecchatissime , rendendo il racconto molto comprensibile anche per chi e meno avvezzo a questo genere di opere dal sapore introspettivo.

Spero abbiate apprezzato queste due recensioni e questo breve mio (più o meno) ,paragone.

Con affetto

-TatoNerd-

E voi che avete letto questo articolo vi è piaciuto?

Lo conoscevate, lo avete letto?

Ditemelo commentando qua sotto ,oppure nella sezione contattaci sul nostro sito troverete la nostra pagina Facebook e la nostra casella di posta.

Vi lascio anche il link per l’acquisto:

La profezia dell’armadillo.

 

Se volete offrirci un caffè o aiutarci ad ampliare il sito potete farci una donazione qui:

Donazioni

×
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: