RP” LA REPUBBLICA DEI LADRI”


Buon pomeriggio amici del Labirinto!

Con la recensione di oggi giungiamo al termine della trilogia dei Bastardi Galantuomini (almeno per il momento, dato che la saga in lingua originale comprende altri 4 volumi!) , ovvero “I bastardi galantuomini, La repubblica dei ladri” di Scott Lynch.

LINK PER L’ACQUISTO: LA REPUBBLICA DEI LADRI


Dopo i primi due intriganti e coinvolgenti volumi (Gli inganni di Locke Lamora e I pirati dell’Oceano rosso, di cui potete recuperare le recensioni cliccando sui titoli) non ho potuto far altro che tuffarmi senza esitazioni nella lettura de La repubblica dei Ladri, non solo per scoprire come procedono le avventure dei miei ormai ladri preferiti, ma anche e soprattutto per conoscere finalmente la tanto attesa e desiderata Sabetha Belacoros, che finalmente smette di essere un fantasma e compare in carne ed ossa nelle vicende narrate assumendo un ruolo di primaria importanza nello storytelling del romanzo.

Le aspettative create sul personaggio erano senza dubbio elevate, come pure quelle legate alle vicende di Locke e Jean, che avevamo lasciato rocambolescamente in fuga dopo che la loro più grande truffa si è rivelata un completo fallimento.

Approdati a Lashain, Locke è in serio pericolo di vita a causa del veleno di Stragos e Jean sembra non riuscire a trovare una cura fino al momento in cui una possibile soluzione bussa alla loro porta: Pazienza, Maga dell’Alleanza e madre del Falconiere, che gli propone un accordo, la vita di Locke in cambio dell’aiuto durante le elezioni quinquennali di Karthain.

Soldi, truffe e potere, anche in questo terzo volume entrano prepotentemente nel racconto e la macchina della Spina di Camorr si riattiva per vincere le elezioni e salvarsi la vita.

Ma il compito sarebbe troppo semplice per i nostri ladri preferiti e allora alla Spina si contrappone la Rosa, la nostra Sabetha, la quota rosa della Banda di Catena, ingaggiata per la stessa campagna elettorale dal partito avversario a quello di Pazienza.

Ed è qui che anche ne la Repubblica dei ladri, comincia la solita divisione tra capitoli in passato e presente e il passato serve finalmente a chiarirci (deludendoci) il rapporto tra Locke e Sabetha, di come insieme a Jean e ai gemelli Sanza sono diventati i Bastardi Gentiluomini e della prima missione a Lashain con una compagnia di attori.

Questa parte Romance della serie, ad essere sincera, mi ha un po’ smontato il personaggio di Locke deludendomi quasi del tutto.

Un personaggio astuto, calcolatore e temerario come il nostro protagonista completamente raso al suolo da una donna che gioca, che fa il gatto con il topolino, che usa serpenti e veleno, bella bellissima e irraggiungibile.


Tuttavia, ancora una volta Lynch riesce a creare una storia avvincente che continua a tenere il lettore incollato alle pagine.

Stilisticamente la Repubblica dei ladri oscilla tra il linguaggio volgare e l’irresponsabilità adolescenziale dei Bastardi Gentiluomini negli interludi e il vernacolo duramente brutale con la saggezza politica dei “giorni nostri”.

Quest’ultimo è pieno di imbrogli d’alto mare (senza dubbio l’esperienza da Bucanieri ha giovato a Jean e Locke), scherzi puerili giocati tra Sabetha e Locke per vincere le elezioni e la presenza insidiosa dei Bondsmagi.

Tutto ciò porta a un risultato che è ordinatamente atteso alle elezioni e sorprendente nell’epilogo.


Nonostante in questo volume ci siano state alcune cose che mi hanno fatto un po’ storcere il naso creando un continuo effetto “voglio sapere cosa succede dopo” e “ora non leggo più”, sono estremamente curiosa di sapere cosa succederà nel prossimo episodio, The Thorn of Emberlain, previsto sempre per OscarVault Mondadori nel 2021, con la speranza che Locke smetti i panni dello zerbino follemente innamorato e rivesta quelli della brillante, intrigante e avvincente Spina di Camorr.


Ringrazio la Mondadori per avermi concesso le copie dei volumi, Irene per aver organizzato questo bellissimo evento e le mie compagne di viaggio tra bassifondi, mari pericolosi e città blasonate!

Ecco i blog delle mie colleghe di evento:

-Non solo libri

-Fenice fra le pagine 

-Hope and paper 

-Il mondo di sopra

IL MIO VOTO: 4/5

Classificazione: 4 su 5.

×
Please accept [renew_consent]%cookie_types[/renew_consent] cookies to watch this video.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: