Recensione libro:Come una lama di Maria Vittoria Pichi

Bentrovati lettori, oggi abbiamo il piacere di portare alla vostra attenzione il libro “Come Una Lama” di Maria Vittoria Pichi, edito da Ventura Edizioni.

Copertina Pichi_1k

La storia all’interno di questo libro racconta un evento realmente accaduto nella vita di Maria Vittoria, vale a dire l’accusa di terrorismo e rapimento nel 1981 del generale americano James Lee Dozie che portò la donna a scontare ben 100 terribili giorni di carcere prima di essere prosciolta dalle accuse e scarcerata.

Nel libro ci viene raccontato come, una vita che fino a quel momento era quella di una semplice farmacista con una vita tranquilla, un compagno ed una casa, di colpo vengono infranti da un’accusa tremenda capace di sgretolare per sempre tutto quello che era stato costruito fino a quel momento.

 

“ Un giorno hai una bella stanza in un appartamento luminoso e carino, la condividi con un uomo prezioso che ami e che ti corrisponde, hai un cane eccezionale e anche due gatte. Hai la laurea in farmacia e hai appena trovato un impiego a tempo indeterminato. Poi di colpo non hai più niente: vieni sbattuta sui giornali e in televisione, le tue cose sequestrate, toccate, indagate, manomesse, perse, rubate. Hanno girato una chiave, mille chiavi, tu sei in uno spazio vuoto, senza niente addosso che non sia te stessa. Denudata. Defraudata”.

Attraverso i fatti raccontati è facile percepire il grido di innocenza che la donna esprime in ogni pagina del suo racconto, un’innocenza per la quale ha dovuto lottare per molto tempo e con tutte le sue forze.

Ma all’interno di questo intenso racconto vi è racchiusa e descritta l’ingiusta pena costretta a subire in ogni sua sfaccettatura, ponendo costantemente il lettore di fronte a molte riflessioni e domande. Maria Vittoria si chiede come sarebbe stata la sua vita se tutto questo non sarebbe mai successo e nessuno potrà mai saperlo, ma quello che è certo è che quello che ha avuto modo di vivere ha avuto modo di diventare un’importante testimonianza da poter raccontare e tramandare, affichè simili eventi non ricapitino più.

Un libro forte e profondo da dover leggere assolutamente. Ringraziamo La Tana dei Libri Sconosciuti, la Ventura Edizioni e Maria Vittoria Pichi per la bellissima opportunità che ci hanno dato potendo leggere e recensire questo bellissimo libro.

E voi che avete letto questo articolo vi è piaciuto?

Lo conoscevate, lo avete letto?

Ditemelo commentando qua sotto ,oppure nella sezione contattaci sul nostro sito troverete la nostra pagina Facebook e la nostra casella di posta.

Vi lascio il link per l’acquisto del libro:

Come una lama

 

Se volete altre informazioni a riguardo vi lascio anche il Docu-film “Sono Innocente” che potete trovare su Raiplay:

Sono innocente 

 

E se volete offrirci un caffè o aiutarci ad ampliare il sito potete farci una donazione qui:

Donazioni

Precedente Recensione libro :"La Fuoriuscita" di Giuseppe Lago Successivo Recensione libro :"L’ombra del vento,di Carlos Ruiz Zafon

2 commenti su “Recensione libro:Come una lama di Maria Vittoria Pichi

  1. Pingback: Blog Tour #comeunalama - start up | La Tana dei libri sconosciuti

I commenti sono chiusi.