Review Party ” Falce” di Neal Shusterman

Titolo: Falce  Autore: Neal Shusterman

Genere: Fantascientifico Data di pubblicazione: 19 Maggio 2020

Editore: Mondadori Numero pagine: 360

Prezzo: Cartaceo € 19,00; Digitale €10,99

Link Acquisto: Falce di Neal Shusterman

Buongiorno cari lettori e ben ritrovati!

Quest’oggi abbiamo il piacere, grazie alla gentile concessione del file in anteprima da parte di Mondadori, di ospitare la tappa del Review Party di “Falce”, il primo libro della trilogia di Neil Shusterman.

Il mondo raccontato all’interno di Falce, è totalmente differente dal nostro: L’intero pianeta è controllato da una super intelligenza artificiale di nome Thunderhead, che nel tempo ha abolito tutte le piaghe sociali ed economiche come guerre, povertà e corruzione.

Il Thunderhead è di fatto diventato il capo politico ed economico dell’intero pianeta, nel quale ha la facoltà di controllare ed eventualmente punire le azioni di ogni singolo cittadino.

In questo mondo all’apparenza perfetto, dove addirittura la gente ha smesso di morire per cause naturali e può ipoteticamente vivere all’infinito, esiste però un’ unica organizzazione in tutto il globo che non dipende dal Thunderhead, ovvero l’ordine delle Falci, istituito per contrastare l’incontrollato incremento demografico che l’immortalità ha inesorabilmente innescato.

Quando si decise che la gente doveva morire per contrasta-
re la crescita della popolazione, si decise anche che se ne sa-
rebbero dovuti fare carico gli umani. La riparazione di un ponte
o il riassetto urbano potevano essere gestiti dal Thunderhead,
ma togliere la vita era un atto di coscienza e consapevolezza.
E, dato che non era possibile provare che il Thunderhead fosse
dotato dell’una o dell’altra di queste qualità umane, fu fondata
la Compagnia delle falci.

L’ordine delle Falci ha quindi il compito di “spigolare”, ovvero uccidere secondo determinati criteri e statistiche prese dalle morti che avvenivano nell’ era dei mortali, visto che solo le Falci possono uccidere in maniera definitiva gli esseri umani.

Se quest’ultimi infatti decidono di farla finita da soli, vengono portati in un centro di rianimazione e rimessi in sesto nel giro di pochi giorni, anche del caso di “morti” rovinose.

Solo le falci possono autospigolarsi, ed anzi questo è il loro unico metodo per porre fine alla propria esistenza.

In questo mondo dove si ha meno paura della morte, vivono i due giovani protagonisti Citra Terranova e Rowan Damisch.

Entrambi sembrano avere all’apparenza una vita di un normale adolescente: Rowan è alla ricerca di un posto nel mondo, ed ha alle spalle una famiglia che lo ignora continuamente, mentre Citra è una studentessa modello con una vita ed una famiglia normale.

L’esistenza dei due ragazzi cambierà radicalmente quando entrambi, per motivi differenti, si ritroveranno davanti ad una Falce.

Questa Falce, che si fa chiamare Venerando Maestro Faraday, alcuni giorni dopo aver incontrato i due per la prima volta, li invita ad uno spettacolo teatrale per annunciare loro che da quel momento in poi sarebbero diventati suoi allievi, al fine di diventare un giorno delle Falci.

Ma soltanto uno di loro due potrà effettivamente diventare una Falce, mentre l’altro, al termine dell’apprendistato potrà tornare alla sua vita prima dell’addestramento.

Da questo momento in poi Citra e Rowan, nonostante la riluttanza iniziale ed il non voler assolutamente diventare delle Falci , decideranno di intraprendere questo percorso, ma ben presto scopriranno che avere a che fare con l’ordine delle Falci non è affatto semplice.

«Sono appena tornato dal Conclave d’inverno,
mi hanno consegnato questo anello perché possa assumere un apprendista.»
Citra si ritrasse. «Può farlo Rowan. A me non interessa.»
Rowan si voltò verso di lei, pentendosi di non aver parlato per primo.
«Che cosa ti fa pensare che a me invece interessi?»
«Vi ho scelti entrambi!» esclamò Faraday, alzando la voce. «Imparerete
il mestiere, tutti e due. Ma alla fine, solo uno di voi riceverà l’anello. L’al-
tro o l’altra potrà tornare alla sua vecchia vita.»
«Perché dovremmo competere per un posto che nessuno dei due vuo-
le?» chiese Citra.
«In questo sta il paradosso della professione» rispose Faraday. «Coloro
che vogliono ottenere l’incarico non devono averlo… e quelli che si ri-
fiutano di uccidere sono gli unici adatti a esercitare il mestiere.»

Non essendo controllata dal Thunderhead corruzione e modi di fare discutibili all’interno dell’Ordine delle Falci sono ancora presenti, oltre al fatto che non tutte le Falci hanno di buon occhio i due ragazzi…

Il loro percorso per cercare di diventare Falci non sarà per niente facile, e sarà continuamente intralciato da scoperte e colpi di scena inaspettati.

Falce è un libro che ho adorato dall’inizio alla fine e del quale sono già in trepidante attesa del seguito.

La lettura è scorrevolissima grazie ad una scrittura semplice ma elaborata con cui Neil Shusterman riesce ad esprimere perfettamente le sensazioni e le caratteristiche dei personaggi.

Il mondo elaborato per questo libro intriga da subito il lettore, il regno delle Falci, è affascinante e descritto alla perfezione in ogni suo dettaglio.

E’ impossibile non affezionarsi a determinati personaggi, sopratutto al Maestro Faraday ed ai due ragazzi, anche se sono presenti dei personaggi secondari, come il Maestro Goddard, il Maestro Volta e la Veneranda Madame Curie a cui sarà difficile restare indifferenti, per una ragione o per l’altra.

Il Thunderhead deve vederci. Deve sapere dei battibecchi me-
schini e della corruzione crescente in seno alla Compagnia, anche
se si è imposto la regola di non interferire. Ci disprezza, ma ci
tollera perché deve? O semplicemente, preferisce non pensare
a noi? E che cos’è peggio, essere disprezzati o essere ignorati?
Dal diario delle spigolature
della Veneranda Madame Curi
e.

Pur mantenendo alcune caratteristiche chiave del genere fantascientifico( genere di cui abbiamo parlato in questo articolo), l’autore ha fatto suo il genere e lo ha arricchito di spunti davvero interessanti.

Sinceramente non sono riuscita a trovare dei difetti degni di nota in questa lettura, che mi ha soddisfatta in pieno sotto ogni punto di vista.

Nonostante la lunghezza complessiva del libro, in realtà si viene rapiti così tanto dalla storia che senza accorgersene si giunge alla fine del libro, e permettetemi di dire che finale!

Ovviamente non vi dirò niente per non farvi spoiler, ma sappiate che se adorate i colpi di scena e la “suspence da attesa del seguito”, Falce saprà sicuramente accontentarvi, e credetemi quando vi dico che se deicderete di leggerlo, finirete per amarlo alla follia!

Precedente “Hunger Games: Il canto della rivolta”, le differenze tra libro e film. Successivo "Heartstopper" di Alice Oseman