Review Party ” Momo” di Jonathan Garnier e Rony Hotin

Link acquisto: Momo

Salve cari lettori!

Oggi sono qua per parlarvi di Momo, opera vincitrice di numerosi premi in Francia, terra di provenienza di questa dolce Graphic Novel.

Attenzione! Questa recensione contiene spoiler, quindi se siete intenzionati a leggerlo, o se lo state leggendo, ripassate al termine della vostra lettura!

Ideata dalla mente di Jonathan Garnier e disegnata dal bravissimo Rony Hotin, pubblicata dalla casa editrice Francese Tunué, che ringrazio per averci inviato la copia cartacea per recensirlo.

Le vicende trattate narrano di Momo, una bambina molto vivace che spesso a causa del lavoro del padre che fa il pescatore su un peschereccio, è costretta a vivere per diverse settimane da sua nonna.

Man mano che i giorni passano, Momo esplora il piccolo paese che la circonda, conoscendo strambi personaggi e coetanei.

Nel suo vagare Momo conoscerà Francoise una ragazza più grande di lei che sta passando le vacanze li, e nonostante la differenza di età le due diventeranno molto unite, soprattutto a causa di alcuni avvenimenti che coinvolgeranno entrambe.

La storia andrà avanti placidamente, muovendosi negli splendidi disegni dallo stile di Rony e che ricordano vagamente quelli del Maestro Miyazaki.

L’idillio purtroppo non durerà molto per la bambina.

Infatti la nonna di Momo, mentre la piccola è a tagliarsi i capelli, verrà a mancare lasciando la piccola con un forte senso di sconforto e solitudine.

Ma grazie al supporto dei suoi nuovi compagni e dei paesani che daranno asilo e sostegno alla piccola, Momo riuscirà ad affrontare il lutto ed a ricongiungersi con il padre, rientrato subito dopo aver appreso la notizia della morte della madre.

Momo non si vuole porre come una storia complessa dalle vicende intrigate e inutilmente prolisse, essendo una Graphic Novel principalmente indirizza ad un pubblico di bambini ed adolescenti, ma riesce comunque a raccontare tematiche complesse come la solitudine, il lutto e l’abbandono.

La morbidezza dei tratti ed i colori vivaci ma mai eccessivamente accesi, renderanno lo scorrere degli avvenimenti una goduria per gli occhi.

Nel complesso Momo soddisfa tutti, sia i giovani, sia la persona più adulta che vuole una lettura non troppo impegnativa ma in grado di dare comunque delle forti emozioni.

Un piccolo gioiello che merita assolutamente di essere letto, e che si è decisamente meritato tutte le onorificenze ricevute in patria.

VOTO FINALE: 5/5

Classificazione: 5 su 5.

Tato_Nerd

Segnala a Zazoom - Blog Directory
Precedente Review Party " Gli strani viaggi di Giulio Verne" Successivo "Chiamatemi Anna" Una serie da vedere