Review Party “Rose” di Valérie Vernay, Émilie Alibert e Denis Lapière

Link per l’acquisto: Rose

Salve cari lettori!

Oggi sono qua per parlarvi di Rose, una Graphic Novel scritta da Èmile Alibert e Denis Lapière,

disegnata dalle sapienti mani di Valérie Vernay ,

ed edita in Italia da Tunuè, che ringrazio per avermi permesso di leggere e recensire la sua opera.

Rose, la protagonista della Graphic Novel, è una ragazza che sin da bambina ha un potere particolare,

ovvero quello di poter andare in trance e di separare la sua parte spiritica da quella fisica.

Se da bambina crede che questa sua condizione sia una malattia molto rara, da grande capirà che in realtà non è una patologia,

ma un dono che diventerà per lei un’importante risorsa.

Il punto di svolta nella vita di Rose avviene quando il padre della ragazza, un noto investigatore privato, verrà ucciso in circostanze al quanto strane.

Rose, che fin da subito sospetterà che dietro all’uccisione del padre ci sia qualcosa che non torno,

inizierà da subito ad investigare per scoprire che cos’è realmente accaduto.

E proprio nel cercare di scoprire la verità che il suo potere si rivelerà molto utile, durante delle ricerche nella casa di suo padre.

Infatti dopo aver utilizzato il suo potere ed essere andata in trance, farà la conoscenza di tre fantasmi che vivevano in quella casa da molti anni e che le daranno una mano a scoprire il passato sempre più cupo della sua famiglia.

Tra insabbiamenti, tentativi di omicidio e scoperte sconvolgenti sulla sua famiglia, la storia di Rose alla ricerca della verità procederà, coinvolgendo sempre di più il lettore nelle intricate e misteriose vicende della storia.

Parlando della trama, nonostante sia una Graphic Novel riconducibile ad un giallo/thriller,

in realtà non possiede a pieno la caratteristica portante di questo genere, ovvero il mistero e l’intrigarsi degli avvenimenti, che sono presenti ma in maniera non troppo elaborata.

Non si ha mai, a mio parere, il senso di smarrimento nel cercare di capire la verità sui misteri che si celano in Rose,

ma questo non sta a significare che l’opera non riesca comunque a tenere incollato il lettore alle pagine.

Semplicemente gli autori hanno pensato di semplificare agli occhi di chi legge le varie dinamiche della storia, per poter probabilmente rendere fruibile l’opera anche a persone meno amanti dei gialli o ad un pubblico più giovane.

D’altro canto i disegni Valérie Vernay si sposano perfettamente con gli avvenimenti narrati,

grazie sia al tratto riconducibile a prima vista al classico stile francese, con dei tratti veloci, morbidi ma graffianti,

sia alla predilezione dell’utilizzo di colori densi e cupi, contornati da uno stile di stesura del colore che rende ogni tavola come se fosse una tela pitturata a tempera.

Queste scelte stilistiche aiutano senza ombra di dubbio il lettore ad immergersi ancora di più nell’opera ed a rendere l’esperienza visivamente più che godibile.

Dal punto di vista narrativo invece, nonostante l’idea degli autori sia quello di far parlare le bellissime tavole

(e per questo troverete molte pagine senza la presenza di dialoghi), in generale lo stile dei dialoghi è strettamente legato con lo stile generale dell’opera.

Non troverete paroloni o termini complessi da comprendere, bensì dialoghi semplici e ben comprensibile a chiunque abbia intenzione di leggere Rose,

e questo dal mio punto di vista è sempre un aspetto positivo nelle Graphic Novel.

Non ha senso riempire di dialoghi complessi e poco comprensibili un’opera che ha chiaramente l’intento di farsi leggere da un pubblico quanto più ampio possibile.

Tirando le somme Rose è un opera che nonostante la trama abbastanza lineare e non particolarmente complicata,

riesce ad intrattenere il lettore ed a coinvolgerlo nei suoi avvenimenti.

Una lettura molto piacevole ed ideale, visto il periodo, da portare in vacanza.

IL MIO VOTO: 4/5

Classificazione: 4 su 5.

Se siete incuriositi dalle opere targate Tunuè, vi consiglio di andarvi a leggere la nostra recensione di Momo.

Per aprirla vi basterà cliccare qui .

Tato_Nerd

Segnala a Zazoom - Blog Directory
Precedente Segnalazione libro "Delicato è l'equilibrio" di Alice Chimera Successivo Segnalazione libro "Jack e Rebecca" di Demetrio Verbaro