Rp “La Chimera di Praga”

Buon pomeriggio amici del Labirinto!

Oggi vi parlo di un titolo non nuovissimo (la prima edizione edita da Fazi è del 2011) uscito con una nuova veste grafica sempre per Fazi il 20 maggio, il cui nome è “La chimera di Praga”, primo volume della trilogia dell’americana Laini Taylor.

LINK PER L’ACQUISTO: LA CHIMERA DI PRAGA

Per molto tempo avevo visto “La Chimera di Praga”rimbalzare tra una pagina social e l’altra senza mai avere lo stimolo giusto per leggerla, ma, un po’ complice la nuova bellissima copertina, un po’ l’hype che si stava creando per la nuova edizione, ho deciso di recuperare la lettura e vi dirò, è stata una vera piacevole scoperta!


A partire da una trama di base abbastanza banale, che vede la classica contrapposizione tra angeli e demoni e conseguente love story tra le due parti opposte, la storia costruita dall’autrice funziona e coinvolge benissimo.

Karou è una diciassettenne dai capelli blu, allevata dalle chimere e studentessa d’arte nella meravigliosa Praga, dove, tra una domanda esistenziale e una commissione da portare a termine, cerca di vivere la normalità di una ragazza della sua età, tra scuola, amicizie e i primi amori.

Ma sono gli angeli a distruggere la sua finta normalità, chiudendo tutte le porte di accesso al negozio di Sulphurus, mercante di desideri in cambio di denti, che con grande amore ha accudito e cresciuto finora Karou, ed entrando prepotentemente nella sua vita, distruggendo la sua vita e tutto ciò in cui ha sempre creduto.

Senza più il conforto della sua strana famiglia e fortemente attratta da Akiva, un misterioso Serafino ribelle, Karou inizierà un lungo viaggio alla scoperta di se stessa, della sua vera essenza e del forte significato del suo nome: Speranza.


Lo stile dell’autrice è semplice e coinvolgente, il word building interessante.

Ho trovato originale l’ambientazione a Praga, ben descritta, misteriosa e accattivante, così come il complesso dedalo di porte che portano ai mondi ultraterreni.

Mi è molto piaciuto il taglio umano dato alla protagonista da parte dell’autrice, grazie al quale Karou risulta sinuosa, pericolosa, ma altrettanto fragile.

Sul suo polso la ragazza ha un tatuaggio recita “storia vera” a ricordarle che tutto ciò che lei vive, dalle chimere ai denti, è reale seppur ai più risulti assurdo.

La Chimera di Praga di fatto si basa sulla lotta Angeli contro demoni, Serafini contro Chimere in una storia che potrebbe facilmente cadere nel cliché, ma che invece l’autrice riesce a rendere in maniera originale dando delle personalità tutt’altro che scontate ai personaggi e alle fazioni.

Geniali le scene di vita quotidiane inserite nel racconto.

Le chiacchierate con l’amica Zuzana, i pranzi al Poison Kitchen ed i pettegolezzi sull’ex fidanzato, donano a Karou un’empatia immediata con il lettore che rimarca ancora di più con la brillante freddezza e fulgida passionalità di Akiva…

Per concludere con una frase della stessa Taylor e non svelarvi troppo…

“Tanto tempo fa, un angelo e un diavolo si innamorarono. Non finì bene.”

Ringrazio Fazi per avermi dato l’opportunità di leggere quest’opera e tutte le ragazze dell’evento!

IL MIO VOTO: 4/5

Classificazione: 4 su 5.

×
Please accept [renew_consent]%cookie_types[/renew_consent] cookies to watch this video.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: