Sensazioni immortali di Marianna Panagrosso

Bentrovati. Cari lettori! Quest‘oggi abbiamo il piacere di potervi recensire. Il libro Sensazioni immortali di Marianna Panagrosso  ed edito da Lettere Animate Editore. Un libro che, vi anticipo, ha dal mio punto di vista, una doppia faccia, una ottima ed emozionante ed un‘altra non altrettanto coinvolgente.

Ma andiamo per gradi, e cominciamo partendo da una infarinatura di trama, la quale mostra già parecchi spunti interessanti e curiosità nella lettura: Il Romanzo, di tipologia Fantasy ma con un tratto di Romance,vede come protagonista una giovane donna di nome Marion Price ,la quale si ritrova con un futuro ed un avvenire già scritto dai suoi genitori, poiché per salvare e mandare avanti l’azienda di famiglia, ha dovuto accettare un matrimonio di convenienza con il giovane Leon. La giovane si ritrova così a soli due mesi dalle nozze a domandarsi come sarà d’ora in avanti quella vita già scritta dagli altri e su cui lei non ha potuto dire la sua.Ma all‘improvviso un evento totalmente al di fuori dai piani giá definiti per la sua vita, rimetterà le carte pericolosamente in tavola,  a causa di un‘antica maledizione che porterà la ragazza a vivere un’avventura decisamente fuori dalle regole, oltre ad un amore complicato, complice anche la comparsa di un misterioso ed intrigante personaggio di nome Mikhal.

download
Copertina del libro.

Ciò che subito salta all’occhio del lettore è l’incipit stesso della storia che ,lo dico con sincerità,mi ha colpita subito: Un destino già scritto ma di cui te lettore hai la percezione che sarà completamente sconvolto da un evento non immaginabile, e così sarà.Leggere le importanti riflessioni che fa Marion sulla sua vita ,che in realtà tanto sua non pare essere,fanno si che il lettore prenda davvero a cuore la ragazza,come se fosse un’amica o una parente in difficoltà,e di conseguenza le sue vicende tendono ad appassionare fino al termine del libro,proprio grazie a questa empatia che si crea tra libro e lettore sin dalle prime battute.  Il problema sta nel modo in cui tutto questo viene narrato, visto che tutta la prima parte che avrebbe sicuramente meritato un giusto approfondimento essendo la base di tutti i futuri eventi e che invece si evolve nel giro di poche pagine, tanto da dover per forza rileggere il tutto per non perdersi alcuna informazione e collegamento.

La parte positiva però c’è e domina tutto il resto della storia. Infatti nonostante questo problema iniziale, rimane piuttosto fluida, complice anche un’ottima capacità di scrittura dell’autrice, che riesce nell’intento di far identificare il lettore in Marion, che di capitolo in capitolo subisce una forte crescita psicologica. La storia fila, nonostante sia normale nei titoli di questo genere risentire dell‘influenza dei più blasonati titoli letterari (o almeno questa è stata la mia sensazione) Ma intendiamoci, questo non è un vero e proprio difetto! In tantissimi autori, tra cui anche coloro che hanno scritto dei libri divenuti celebri, hanno quantomeno preso spunto da precedenti opere, l’importante sta nel saper usare la propria fantasia e la propria storia, prendendo si ispirazione, ma senza fare degli orribili copia incolla, e nel caso di questo libro fortunatamente non è così: La trama ha un suo personale intreccio narrativo ed un suo sviluppo indipendente e per l’appunto non si vede alcuna traccia di spudorate scopiazzature.

Giunti alla fine, lo consiglio. Questo libro? Si, ma con il consiglio di non fermarvi inizio e di leggere la prima parte con abbastanza lentezza e di andare oltre. Troverete davvero un buon libro che migliora di pagina in pagina e che vi lascerà con tantissima curiosità per il seguito, visto che il primo libro termina con alcune cose ancora da scoprire ed approfondire. L’unico consiglio che voglio dare alla bravissima Marianna Panagrosso che ringrazio per avermi concesso di leggere il suo libro, è di provare peri suoi prossimi scritti, a continuare sulla strada del primo libro, imparando da quelle imperfezioni di inizio racconto, ma prendendo anche consapevolezza dell’ottimo lavoro svolto nel resto del racconto.

E voi che avete letto questo articolo vi è piaciuto?

Lo conoscevate, lo avete letto?

Ditemelo commentando qua sotto ,oppure nella sezione contattaci sul nostro sito troverete la nostra pagina Facebook e la nostra casella di posta.

Se siete interessati all’acquisto del libro vi lascio il link qua sotto:

Sensazioni immortali di Marianna Panagrosso

Se volete offrirci un caffè o aiutarci ad ampliare il sito potete farci una donazione qui:

Donazione Paypal

Precedente Due chiacchere con..Mirca Ferri Successivo                   Segnalazione libro         "La dama fantasma"di              Felice Diego Licopoli