Crea sito

SHADOWHUNTERS, CITTA’ DI VETRO (City of glass)

SHADOWHUNTERS, CITTA’ DI VETRO (City of glass)

Buongiorno lettori! Rieccoci con il nostro appuntamento fantasy e rieccoci nel meraviglioso mondo della Clare con il terzo volume della saga “The mortal instruments”, Città di Vetro.

Dopo la battaglia sulla nave di Valentine, i Cacciatori dell’istituto di New York sono in procinto di andare ad Idris, patria degli Shadowhunters, per discutere dell’accaduto con il Conclave. Con essi ha intenzione di partire anche Clary, per mettersi alla ricerca dello

IiIMwFW
Copertina Italiana

stregone Ragnor Fell, l’unico in grado di trovare una cura per sua madre.

Jace però non vuole che la sorella vada ad Idris e cerca di convincere Simon a mentire a Clary sull’orario della partenza; mentre i due ragazzi discutono, l’istituto viene attaccato dai Dimenticati.

Magnus si vede quindi costretto ad aprire anzitempo il portale verso Alicante, la città di vetro, per permettersi ai Nephilim di salvarsi e Jace è costretto a portare con se Simon, rimasto gravemente ferito durante l’attacco. Clary scoperta la partenza anticipata degli altri, non sentendo alcun tipo di ragione, attraversa un portale, aperto grazie ad una nuova runa, che la spedisce dritta nelle acque del lago Lyn, alle porte di Alicante, le cui acque sono estremamente velenose per gli Shadowhunters.

Fortunatamente con lei c’è Luke, che immune ai poteri dell’acqua, la tira fuori e la porta agonizzante fino ad Alicante, dove chiederà aiuto a sua sorella Amatis. Una volta guarita la ragazza si fionda a casa dei Penhallow, che ospitano Jace e i Lightwood.

Qui Clary scopre che Jace non è affatto contento di vederla e che Simon è stato arrestato dal Conclave che non si fida di un vampiro capace di sopportare la luce del sole.

Ma dai Penhallow, Clary fa anche la conoscenza di Sebastian, ragazzo dalla particolare bellezza che suscita subito nella ragazza una strana sensazione di familiarità.

Ed è proprio Sebastian che l’accompagna alla tenuta di Ragnor Fell, dove però ad attenderli c’è Magnus Bane. Il sommo stregone di Brooklyn, dopo aver “congelato” Sebastian in modo da non far saltare la sua copertura, spiega a Clary di aver ricevuto un messaggio da Ragnor, ma di averlo trovato già morto al suo arrivo; tuttavia lo stregone ha lasciato indicazioni sul dove trovare il Libro Bianco, un prezioso manuale di incantesimi, in cui è contenuta la pozione in grado di risvegliare Jocelyn.

Il libro si trova nella vecchia tenuta di campagna dei Wayland e, ad accompagnare Clary nella casa in cui ha vissuto per 10 anni, è Jace. Nella tenuta oltre al Libro bianco, i ragazzi scoprono un passaggio segreto che conduce in uno scantinato dove è imprigionato l’angelo Ithuriel, mutilato e allo stremo delle forze per i terribili esperimenti che Valentine ha condotto su di esso.

Attraverso le visioni dell’angelo, Clary scopre che dentro di se scorre sangue di Angelo e dentro suo fratello sangue di Demone. Jace è completamente sconvolto da questa rivelazione, tanto da cominciare a giustificare con questo suo essere demoniaco il desiderio che prova nei

shadowhunters_city_of_glass_citta_di_vetro_cassandra_clare
Copertina Americana

confronti della sorella.

Intanto ad Alicante sta succedendo di tutto… le torri antidemoni che circondano la città hanno smesso di brillare e un’orda di demoni semina morte e distruzione tra le strade.

Solo dopo la fine dell’attacco si scopre che a disattivare le torri è stato Sebastian e che proprio lui ha ucciso il piccolo Max, fratello di Isabelle e Alec.

Jace decide allora di mettersi sulle tracce di Sebastian e di Valentine.

Nel frattempo Magnus riesce a risvegliare Jocelyn, che arrivata ad Alicante, racconta a Clary la sua storia, rivelando, tra le tante cose, che Jace non è suo figlio, ma il figlio di Stephen Herondale e che in lui non scorre sangue di demone, bensì di angelo.

In tutto ciò Valentine ha dato un ultimatum al Conclave, arrendersi alla sua autorità ed epurarsi da ogni Nascosto, o lottare contro l’intero inferno.

Durante la riunione decisiva, Clary riesce a convincere i Nephilm, anche grazie alla creazione della runa dell’alleanza, a combattere al fianco dei Nascosti e a non arrendersi a Valentine, dopo di che corre alla ricerca di Jace per comunicargli che non sono fratelli e che il vero Jonathan è in realtà Sebastian.

I due ragazzi, però, si sono già incontrati e Jace, aiutato da Isabelle assetata di vendetta, uccide Sebastian e si reca al lago Lyn, dove Valentine sta per evocare l’angelo Raziel per chiedergli di eliminare ogni Shadowhunters che non gli sia fedele.

Lì Jace vede Clary in trappola e prova a salvarla, ma Valentine lo uccide. Sconvolta la ragazza riesce solo a modificare una runa che il padre aveva tracciato nel pentagramma necessario per compiere l’evocazione e così, il desiderio dell’angelo è a sua disposizione.

L’angelo rimprovera Valentine per la sua condotta e lo uccide, prima di esaudire il desiderio di Clary: riportare in vita Jace.

Pochi giorni dopo tutto sembra tornato alla normalità e la città di vetro splende sotto i fuochi artificiali della festa e Jace e Clary possono finalmente passeggiare mano nella mano felici… ma quanto durerà questo apparente momento di pace?

-FairFe-

E voi che avete letto questo articolo vi è piaciuto?

Lo conoscevate, lo avete letto?

Ditemelo commentando qua sotto ,oppure nella sezione contattaci sul nostro sito troverete la nostra pagina Facebook e la nostra casella di posta.

Di seguito troverete il link per poter acquistare il libro.

SHADOWHUNTERS, CITTA’ DI VETRO

×
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: