Shadowhunters: La mano scarlatta di Cassandra Clare

Titolo: The eldest curses. Shadowhunters: La mano scarlatta Autori: Cassandra Clare, Wesley Chu

Genere: Fantasy Editore: Mondadori Data di pubblicazione: 25/06/2019

Numero pagine: 319  Prezzo: Cartaceo € 19,00, Digitale € 9,90

Link acquisto: Shadowhunters: La mano scarlatta

Salve a tutti lettori cari!

In questi lunghi e noiosi giorni di quarantena ci siamo rifuggiate nella lettura e per divagare siamo tornate nel mondo fantasy e distopico di Shadowhunters, leggendo il primo volume dedicato ai Malec, la Mano scarlatta.

“L’amore ti cambia.

L’amore cambia il mondo.

Quell’amore non puoi perderlo,

indipendentemente da quanto a lungo vivi.

Fidati dell’amore.

Fidati di lui.”

Il libro, cronologicamente collocato dopo gli eventi di Città degli Angeli Caduti (metà di The Mortal Instruments), narra del primo viaggio “d’amore” di Alec e Magnus.

I due sono volati a Parigi per conoscersi meglio e stringere ancora di più il loro legame, senza trascurare il romanticismo.

Ma Alec è pur sempre uno Shadowhunters e Magnus uno degli esseri immortali più conosciuti degli ultimi secoli, oltre ad essere entrambi tra gli eroi della guerra contro Valentine

A sconvolgere la romantica vacanza nella Ville Lumiere è l’arrivo di Tessa, che aggiorna il Sommo stregone di Brooklyn di essere al centro di un nuovo culto, appunto La mano scarlatta, che sta creando non poco scompiglio tra i nascosti.

Tra indagini e duelli, segreti e rivelazioni, nel corso del libro emergono tutte le insicurezze e le dualità dei due protagonisti; Alec è uno Shadowhunters, deve la sua lealtà al Conclave e non ha mai realmente fatto una vacanza, mentre Magnus è uno stregono, un nascosto, immortale e dedito al divertimento.

Ma nel procedere della storia e delle indagini, in cui i due per amore dell’altro smussano le caratteristiche “di natura” per creare una complicità tutta nuova che rende i Malec la coppia più amata dell’intero mondo Shadowhunters.

Il volume, scritto dalla Clare insieme a Wesley Chu, è veramente molto carino, non solo perché permette di scoprire i retroscena della storia d’amore tra Magnus e Alec, ma anche perché ci permette di ritrovare personaggi vecchi (di cui un po’ sentivamo la mancanza) e di conoscerne di nuovi, che vanno a completare il meraviglioso, intrigante, complicato mondo nato nei caffè di New York! 😊

Precedente Review Party "Come non innamorarsi del capo" Whitney G. Successivo Review Party "Il filo rosso" di Alessia Coppola